Ci prendiamo cura dei familiari curanti
(i Caregiver)

La nostra missione è dare supporto ai caregivers che si occupano di un loro caro a domicilio.

Ci occupiamo del benessere del familiare curante.

Occuparsi del benessere del familiare curante, significa per noi metterlo nelle condizioni di
accudire serenamente il proprio caro. È questa la missione dell’associazione SwissCaregiver.

Perchè scegliere noi?

Abbiamo preso spunto da questo cortometraggio per spiegare ciò che fa SwissCaregiver. Siamo al vostro fianco e a quello dei vostri cari nelle varie fasi della nostra età.
45 secondi in cui capirai l’importanza dei buoni consigli.

0 +
familiari curanti in CH
0
familiari curanti in TI
business-icons-XW3KEX-5.png
Informazione / Consulenza
business-icons-XW3KEX-2.png
Community
smiling-young-woman-sitting-with-cellphone-QG5W3Z2-1.png
Formazione
business-icons-XW3KEX-4.png
Sicurezza

Timeline SwissCareGiver

2017

L’esperienza personale di uno dei membri ha generato l’idea di costituire un’associazione che raccogliesse tutte le informazioni presenti sul territorio e metterle a disposizione dei caregiver.

2020

La raccolta di dati e informazioni, nonché altre testimonianze fanno si che un gruppo di persone concretizzano la costituzione dell’Associazione SwissCaregiver in Ticino.

2022

Entro la fine dell’anno 2022 l’obiettivo è quello di raggiungere 4000 soci. Ottenere la certificazione ZEWO quale organo di controllo per le associazioni no-profit e di pubblica utilità.

Dal blog

Salato e dolce: il gusto cambia con l’età

Salato e dolce: il gusto cambia con l’età

Dal dolce al salato, ecco come cambia il gusto con l’età La percezione del gusto cambia dai 60 anni e contemporaneamente anche l’olfatto diminuisce. La causa risiede nella diminuzione dei recettori olfattivi con il passare dell’età. Tra dolce e salato, come cambia il gusto con l’età? In tutti gli alimenti

Caregiver e smartphone: la nascita di una nuova amicizia

Caregiver e smartphone: la nascita di una nuova amicizia

Rapida espansione degli smartphone tra gli over 70 Nella mentalità comune la tecnologia e in particolare gli smartphone sono direttamente collegati alla vita quotidiana di giovani e adulti, escludendo automaticamente gli anziani. Grazie a recenti ricerche sul tema si è invece potuto evidenziare una rapida espansione degli smartphone anche tra

I pericoli della pressione alta il Caregiver li conosce?

I pericoli della pressione alta il Caregiver li conosce?

Pressione alta – ipertensione I pericoli della pressione alta o ipertensione sono molti. Questa è una condizione che colpisce più del 25% degli adulti ed è causa di malattie pericolose per la salute. Cos’è la pressione alta o ipertensione La pressione arteriosa è definibile come la forza con cui il sangue viene immesso nella

Dicono di noi

Quando il medico di mia mamma le ha diagnosticato un inizio di demenza cognitiva mi sono sentita spaesata e spaventata da quello che avrei dovuto affrontare come familiare curante. Sono diventata socia della SwissCaregiver i quali mi hanno dato tutte le indicazioni dei servizi presenti in Ticino per poter affrontare la malattia. Ho capito come funzionano gli assegni grandi invalidi e ho potuto redigere le direttive anticipate. Grazie a SwissCaregiver siamo venuti a conoscenza dell’associazione Alzheimer e di BeeCare. Ora andiamo ogni mercoledì ai Café Alzheimer e con BeeCare abbiamo assegnato una badante a ore che si occupa di papà.
Claudia G. 47 anni, Lugano
Mio papà, 83 anni deve prendere dalle 3 alle 6 pastiglie al giorno tra diabete e insufficienza cardiaca. Io non vivo con lui e non potevo controllare la corretta posologia della terapia. Sono diventato socio della SwissCaregiver e sono venuto a conoscenza delle Pillbox e con l’applicazione gratuita ora so sempre quando mio papà prende le sue pillole. Ho contattato SwissCaregiver e mi hanno dato il contatto di un centro diurno vicino a casa nostra. Vengono a prenderlo al mattino alle 9.00 e rientra alle 16.30. La mia famiglia é viva e la sera il tempo con mio papà è molto più piacevole.
Christian P., 52 anni, Mendrisio
Ho perso mio marito 5 anni fa per un tumore maligno ai polmoni. Ho vissuto un’esperienza molto toccante ed ho toccato tutti gli aspetti della malattia. Purtroppo non ho potuto essergli di grande aiuto per le cure terminali. Ora volevo essere d’aiuto per qualcun altro, condividere la mia esperienza. Sono diventata socia di SwissCaregiver ed ora faccio parte della comunità di supporto. Posso così aiutare diverse persone che stanno vivendo quanto ho vissuto io. Il team di SwissCaregiver mi ha istruita e mi ha dato tutte le informazioni e competenze per essere d’aiuto al prossimo.
Maria F., 71 anni, Faido